Etica ambientale. Formazione per lo sviluppo delle professioni verdi

Environmental Ethics

È evidente che i problemi ambientali sono aumentati rapidamente giorno dopo giorno e che gli esseri umani sono stati direttamente colpiti da quei problemi. Il mondo è più popolato, più inquinato, più urbanizzato, più stressato dal punto di vista biologico e più caldo di quanto si sia mai registrato nella storia.

È vero anche che ci sono molti segnali incoraggianti sul fatto che le persone stanno diventando sempre più consce delle loro responsabilità verso l’ambiente, ad esempio i membri delle organizzazioni per la difesa della natura e le ONG ambientaliste sono in aumento, sono in corso diverse campagne di sensibilizzazione, le politiche ambientali fanno parte dei programmi di quasi tutti i partiti politici.

Tuttavia, i problemi ambientali esistono ancora. È chiaro che essere un ambientalista potrebbe non essere abbastanza per proteggere l’ambiente o prevenire i problemi ambientali derivanti dall’attuale percezione della natura e delle relazioni tra uomo e ambiente.

Qualunque sia la loro professione, le persone non trasferiscono la loro consapevolezza ambientale nelle abitudini della vita quotidiana e gli interessi personali continuano ad essere più importanti degli interessi dell’ambiente.

Questa situazione fa sì che ci si chieda: c’è “ipocrisia” o no? Se continuerà ad esserci incoerenza tra atteggiamenti ambientali e comportamento, questo creerà un problema maggiore. In tale situazione la soluzione dei problemi ambientali sarà più difficile di quanto ci si aspetti.

È necessario che le persone, in particolare i decisori e gli esperti ambientali, inizino ad armonizzare ed affiancare la dimensione etica agli aspetti scientifici, tecnologici, economici, sociali e legali che riguardano il controllo dell’inquinamento ambientale, per raggiungere una vera e propria protezione ambientale.


Annunci

  • Il terzo incontro del progetto avrà luogo il 22-23 settembre 2014 a Sofia in Bulgaria



Questo progetto è stato realizzato con il sostegno della Commissione Europea. La responsabilità per i contenuti di questo sito è solo degli autori, la Commissione non può essere ritenuta responsabile per qualsiasi uso delle informazioni in essa contenute.